Menu

n.1/2016

Immagine JPEG imageEditoriale
Gaetano Borrelli
Immagine PNG imageHermann.png
Hermann E. Ott
Immagine JPEG imageLaMotta.jpg
Sergio La Motta
Immagine JPEG imageInterview01
area metropolitana
Immagine JPEG imageInterview02
paesaggio
Immagine JPEG imageFogliaCO2
foglia
Immagine JPEG imageFotovoltaico Paesi Sviluppo
Pannello fotovoltaico
Immagine JPEG imageTourEiffel.jpg
Torre Eiffel
Immagine JPEG imageEmissioni
emissioni di CO2
Immagine JPEG imageTsunami
Tsunami
Immagine JPEG imageRagazzi fotovoltaico
Ragazzi e pannelli fotovoltaici
Immagine JPEG imageGrafico Flussi
Fig. 1 I fattori delle migrazioni Fonte: Black et al., 2011
Immagine JPEG imageNexus
progetto nexus
Immagine JPEG imageAfrica raccolta
Raccolta patate
Immagine JPEG imageAfrica popolazioni
Africa popolazioni
Immagine JPEG imageGhiacci Antartici
Ghiacci antartici
Immagine JPEG imageRadiometro Solare
Alba su radiometro solare. Fonte: ENEA, Osservatorio Climatico di Lampedusa
Immagine JPEG imageOsservatorio climatico
Una veduta dell'Osservatorio Climatico di Lampedusa. Sullo sfondo, il faro
Immagine JPEG imageMisurazioni Osservatorio
Fig. 1 - Medie mensili di varie grandezze misurate presso la Stazione di Osservazioni Climatiche ENEA a Lampedusa
Immagine JPEG imageCapo Grecale
Una veduta dall'alto di Capo Grecale con al centro l'Osservatorio Climatico di Lampedusa
Immagine JPEG imageStrumentazione Lampedusa
Una panoramica della strumentazione sul tetto dell'Osservatorio Climatico di Lampedusa
Immagine PNG imageIntroduzione specie
Fig. 1 Importanza relativa (%) delle vie di introduzione delle specie non indigene (NIS) nei mari europei al 2014 - Fonte: Hellenic Centre for Marine Research – HCMR – database
Immagine PNG imageDistribuzione specie
Fig. 2 Distribuzione di specie non indigene nel bacino Mediterraneo - Fonte: modificato da Zenetos & Streftaris, 2008
Immagine PNG imageNumero specie
Fig. 3 Contributo delle specie marine non indigene nel Mediterraneo - Fonte: modificato da Zenetos et al., 2012
Immagine PNG imageProgetto Suez
Fig. 4 Immagine del progetto di raddoppiamento del canale di Suez (in rosso), annunciato dal governo egiziano nell’agosto del 2014 - Fonte: The Economist, 30 maggio 2015
Immagine JPEG imageMeduse
Fig. 5 Blooms della medusa Rhopilema nomadica in Israele
Immagine PNG imagePesca Cipro
Fig. 6 In alto a sinistra, un esempio di una cattura di pesca commerciale a Cipro (foto di Ernesto Azzurro). In senso orario: manifesti di allerta per le popolazioni locali (Isola di Paro, Italia e Tunisia) che invitano a non consumare i pesci palla
Immagine PNG imagePesce Fistularia
Fig. 7 Un esemplare di Fistularia commersoni catturato nell'isola di Linosa (foto di Ernesto Azzurro) e la copertina del numero di novembre 2014 di Ecology Letters Fonte: Azzurro et al., 2014
Immagine JPEG imageSiganus Iuridus
Fig. 8 Branchi di Siganus luridus (a sinistra) e Sarpa salpa (a destra) nell’isola di Linosa Foto: Ernesto Azzurro
Immagine JPEG imageStoloni
Fig. 9 Stoloni di Caulerpa cylindracea che formano un reticolo sopra la copertura algale
Immagine JPEG imagePreparato a base di meduse
Fig. 10 Preparato alimentare a base di medusa
Immagine JPEG imageBattente fossili
Fig. 1 - Solco di battente fossile di 125mila anni rimasto scolpito sulle pareti carbonatiche del Golfo di Orosei (Sardegna)
Immagine JPEG imageMovimenti tettonici
Fig. 2 Movimenti tettonici verticali sulle coste italiane espressi in mm\anno
Immagine JPEG imageGrafico risalita livello mare
Fig. 3 Scenari di possibile risalita del livello del mare per il 2100 Fonte: IPCC 2013
Immagine JPEG imageMappa di allagamento
Fig. 4 Mappa di allagamento al 2100 della Piana di Fondi e stima economica della FEEM
Immagine JPEG imageAree italiane
Fig. 5 Le 33 aree italiane a rischio di essere allagate al 2100. I valori utilizzati sono la somma dei movimenti isostatici, tettonici con la previsione IPCC 2007
Immagine JPEG imageIpotesi allagamento aree costiere
Fig. 6 Ipotesi di allagamento in 4 aree costiere (Nord Adriatico, Taranto, Oristano e Cagliari) - Fonte: Antonioli et al., 2016
Immagine JPEG imagemappa dettaglio allagamento
Fig. 7 Mappa di grande dettaglio sull’allagamento da parte del mare nel 2100 nell’area costiera del Nord Adriatico
Immagine JPEG imageSannino Fig.01
Fig. 1 Anomalie di temperatura media superficiale nel 2015 (periodo Gennaio-Ottobre 2015) rispetto al periodo di riferimento 1961-1990. I box bianchi indicano le regioni in cui non è stato possibile stabilire con sufficiente grado di accuratezza il valore dell’anomalia. Le croci (+) indicano temperature che eccedono il 90° percentile, e cioè temperature particolarmente alte per quelle regioni, mentre i trattini (-) indicano temperature al di sotto del 10° percentile, cioè condizioni fredde inusuali per quelle regioni. Le croci e i trattini di dimensioni maggiori indicano temperature al di fuori della scala compresa tra il 2° e 89° percentile Fonte: Met Office Hadley Centre
Immagine JPEG imageSannino Fig.02
Fig. 2 Anomalie di temperature estive superficiali in Europa nell’estate del 2015 rispetto al periodo di riferimento 1961-1990 - Fonte: WMO-DWD
Immagine JPEG imageSannino Fig.03
Fig. 3 Anomalie di temperatura superficiale media globale per il periodo 1950-2015 calcolate rispetto al periodo di riferimento 1961-1990. Per il 2015 sono considerati i mesi da gennaio a ottobre. I colori delle barre indicano la presenza o meno (colore grigio) di periodi caratterizzati dal fenomeno di El Niño (rosso) o de La Niña (blu) Fonte WMO
Immagine JPEG imageSannino Fig.04
Fig. 4 Aree interessate da significative diminuzioni della disponibilità di acqua in inverno nel periodo 1971-2010 rispetto al periodo di riferimento 1902-2010 - Fonte: NOAA
Immagine JPEG imageSannino Fig.06
Fig. 6 Circolazione superficiale della componente oceanografica del modello climatico dell’ENEA. I colori indicano l’elevazione della superficie del mare, mentre le frecce indicano la direzione e intensità della corrente superficiale
Immagine JPEG imageSannino Fig.05
Fig. 5 Variazioni previste nella temperatura media annuale (A), precipitazione media annuale (C) e runoff, accompagnati dall’incertezza modellistica (B1, D1, F) e dai campi di correzione rispetto ai dati per il clima presente (B2 e D2)
Immagine JPEG imageSannino Fig.07
Fig. 7 Topografia e batimetria del modello climatico regionale sviluppato dal Laboratorio di Modellistica Climatica e Impatti dell’ENEA. Il rettangolo rosso esterno indica il dominio computazionale della componente atmosferica, mentre il rettangolo blu indica il dominio del modello oceanografico
Immagine JPEG imageDell'Aquila Fig01
Fig. 1 Dominio dell’iniziativa internazionale Med-CORDEX con la corrispondente batimetria e topografia espresse in metri
Immagine JPEG imageDell'Aquila Fig02
Fig. 2 Numero medio di eventi di calore intenso per il periodo 1979-2010 su delle aree che racchiudono le città di Roma e Milano per la reanalisi globale Era-Interim e per 20 simulazioni di valutazione Med-Cordex forzate a larga scala dalla medesima reanalisi Fonte elaborazione ENEA
Immagine JPEG imageDell'Aquila Fig03
Fig. 3 Cambiamenti di temperatura media stagionale nelle proiezioni climatiche regionali Med-CORDEX (riportate nel riquadro a destra di ogni figura) per il periodo 2021-2050 sulle città di Roma e Milano per gli scenari RCP45 e RCP85 Fonte: elaborazione ENEA
Immagine JPEG imageDell'Aquila Fig04
Fig. 4 Istogrammi delle differenze nel numero medio di eventi di calore intenso per stagione per il periodo 2021-2050 confrontato con il 1971-2000 nelle proiezioni climatiche regionali Med-CORDEX. Le barre rappresentano i cambiamenti nella frequenza di eventi intensi sulle città di Roma e Milano in ogni simulazione regionale (riportate a lato con le corrispondenti simulazioni globali che le guidano a grande scala) per ogni stagione. In grigio son riportati il numero medio di eventi di calore intenso nel clima presente per ogni simulazione Fonte: elaborazione ENEA
Immagine JPEG imageAlessandri Fig01
Fig. 1 a) Probabilità associata al clima di tipo mediterraneo dalle simulazioni CMIP5. In rosso per il periodo 2070-2100, in verde per il periodo 1979-2005. Gli istogrammi indicano, per ogni area sensibile, il cambiamento di area associata a clima mediterraneo rispetto al 1979-2005, in blu per il 2035-2065 ed in rosso per il 2070-2100. b) Proiezioni di cambiamento del clima nella regione euro-mediterranea. La scala di colore rappresenta la probabilità di variazione del clima mediterraneo nel periodo 2070-2100 rispetto al clima presente (periodo 1979-2005). I simboli indicano il tipo di transizione dominante: da clima temperato a mediterraneo (Warm Temp. to MED, croci); da clima mediterraneo a clima arido (MED to ARID, cerchi); da clima freddo con neve a mediterraneo (SNOW to MED, triangoli) Fonte: [3]
Immagine JPEG imageAlessandri Fig02
Fig. 2 Miglioramento dello skill (differenza di correlazione con le osservazioni) del modello in seguito alla nuova parametrizzazione della vegetazione sviluppata da ENEA per la temperatura a 2 m in inverno (dicembre-gennaio-febbraio), previsione a 1 mese Fonte: [4]
Immagine JPEG imageAlessandri Fig03
Fig. 3 Miglioramento della performance del modello a differenti orizzonti temporali di previsione per la temperatura a 2 metri. Le linee rappresentano la media, sull’intero globo, delle correlazioni con le osservazioni per la temperatura a 2 m. La linea continua corrisponde alla versione del modello migliorata da ENEA e la linea tratteggiata corrisponde alla versione originale del modello Fonte: [4]
Immagine JPEG imageAlessandri Fig04
Fig. 4 Temperatura a 2 m durante l’onda di calore dell’estate (giugno-luglio-agosto) 2003: a) anomalie nella versione originale del modello; b) anomalie nelle osservazioni; c) differenza di anomalie nella versione sviluppata da ENEA rispetto alla versione originale Fonte: [5]
Immagine JPEG imageCalvitti Fig01
Territorio
Immagine JPEG imageCalvitti Fig02
Campo coltivato
Immagine JPEG imageCalvitti Fig03
Impianto di biogas da 1 MW che consente di valorizzare gli scarti e i sottoprodotti derivanti dalle attività agricole e dall’allevamento bovino dell’azienda agricola Chiesa (Asolo, Mantova)
Immagine JPEG imageCalvitti Fig04
Panorama serre
Immagine JPEG imageCalvitti Fig05
Conoscere la variabilità spaziale e temporale per gestire in modo “preciso” gli interventi
Immagine JPEG imageSpagni Fig01
Fig. 1 Rapporto acqua-energia: water-energy nexus
Immagine JPEG imageSpagni Fig02
Fig. 2 Esempio di ripartizione dei consumi energetici di un tipico impianto di trattamento reflui Fonte: Menendez, 2010
Immagine JPEG imageSpagni Fig03
Fig. 3 Impianto di depurazione di Biancolina (Bologna); sulla sinistra il primo Anaerobic Baffled Reactor (ABR) in Italia per la digestione anaerobica del liquame progettato dall’ENEA
Immagine JPEG imageSpagni Fig04
Fig. 4 Impianto di tipo UASB per il trattamento anaerobico con recupero di metano dai reflui di una cartiera tedesca, realizzato da Envirochemie nell’ambito del progetto europeo (7th FP) Aquafit4use di cui ENEA è stata partner
Immagine JPEG imageLCS Figura01
Fig 1 The changing role of science after Paris 2015
Immagine JPEG imageLCS grafico
Fig. 2 Global and Asian GHG emissions using the AIM/CGE model Source: NIES and MHIR (2015) Assessment of INDCs using AIM/CGE[Global] (Ver.1), http://www-iam.nies.go.jp/aim/projects_activities/indcs/indcs.html
Immagine JPEG imageCopertina
Copertina
Immagine JPEG imageVirdis Fig01
Fig. 1 (L) Energy-related CO2 emissions per capita for DDPP countries, (R) Energy-related CO2 emissions per unit of GDP for DDPP countries 2010 to 2050, indexed to 2010 Source: DDPP (2015)
Immagine JPEG imageVirdis Fig02
pannelli solari
Immagine JPEG imageVirdis Fig03
Eolico
Immagine JPEG imageColombia Fig01
Trivelle petrolifere
Immagine JPEG imageColobia Fig02
Foresta
Immagine JPEG imageKhosla Fig01
Fig. 1 Cooking spider
Immagine JPEG imageKhosla Fig02
Fig. 2 Buildings spider
Immagine JPEG imageKhosla Fig03
Fig. 3 Multiple objectives and policy alternatives for the cooking sector study
Immagine JPEG imageTrollip Fig01
carbone
Immagine JPEG imageTrollip Fig02
Classe scolastica
Immagine JPEG imageTrollip Fig03
Fig. 1 Economic modelling results: unemployment
Immagine JPEG imageTrollip Fig04
Fig. 2 Economic modelling results: income
Immagine JPEG imageTrollip Fig05
Women carrying module
Immagine JPEG imageTrollip Fig06
Fig 3 Energy related CO2 emissions
Immagine JPEG imageOnufrio Giuseppe
Giuseppe Onufrio
Immagine JPEG imageBeccarello Massimo
Massimo Beccarello
Immagine JPEG imageParis 2015
banner
Immagine JPEG imageParis Cop21
Paris Cop 21
Immagine JPEG imageSmart cities
traffico cittadino
Immagine JPEG imageSmart cities pittura
Illustrazione di Maria Grazia Capitelli (ISPRA)
Immagine JPEG imageManno Fig01
Fig. 1 Flussogramma della stima della riduzione dei costi esterni del trasporto merci da realizzazione della Piattaforma Logistica Nazionale Fonte: elaborazione ENEA
Immagine JPEG imageManno Fig02
Fig. 2 Composizione percentuale dei costi esterni delle emissioni nocive del trasporto merci su strada in Italia nel 2012 Fonte: elaborazione ENEA su dati ISPRA e Manuale Europeo sui costi esterni del trasporto
Immagine JPEG imageManno Fig03
Fig. 3 Composizione percentuale dei costi esterni del trasporto merci su strada nel 2012 (milioni di €) Fonte: elaborazione ENEA su dati ISPRA e Manuale Europeo sui costi esterni del trasporto
Immagine JPEG imageManno Fig04
Fig. 4 Costi esterni del trasporto merci su strada, confronto tra lo studio Amici della Terra (2003) e la rielaborazione ENEA (2012) Fonte: Amici della Terra, dati ISPRA e valori economici del Manuale Europeo sui costi esterni del trasporto
Immagine JPEG imageManno Fig05
Binari ferroviari
Immagine JPEG imageInterview
Hermann E. Ott
Immagine JPEG imageStoria delle cooperazioni
Berlino
Immagine JPEG imageStoria delle cooperazioni
Marrakech
Immagine JPEG imageLa storia delle cooperazioni
Bali
Immagine JPEG imageLa storia delle cooperazioni
Copenhagen
Immagine JPEG imageLa storia delle cooperazioni
Parigi

Riviste

N. 3 2019

Rivoluzione economia circolare
Sommario

N. 2 2019

Energia dalle stelle - Scenari, opportunità, protagonisti
Sommario

N. 1 2019

Insieme per l'innovazione La nuova sfida per Ricerca e Imprese
Sommario

 

 

L'editoriale

di Federico Testa
Federico Testa

Riviste 2018

N. 3 2018

Cooperazione internazionale
Sommario

N. 2 2018

Decarbonizzazione
Sommario

N. 1 2018

Economie
Sommario

Riviste 2017

N. 4 2017

Nucleare dal passato alle opportunità
Sommario

N. 3 2017

La sanità tra Scienza e Tecnologia
Sommario

N. 2 2017

Astana Italy
Sommario

N. 1 2017

Smart city
Sommario